Il Gusto di Donori Terraccogliente 2018

Domenica 9 settembre abbiamo officiato il rito dell’accoglienza e del gusto a “Donori TerrAccogliente: itinerari culturali e del gusto tra vigne e case di terra”, alla sua  quarta fortunata edizione. Con me in questa avventura divertente e golosa che è stato il cooking show, la chef Marina Ravarotto con il suo braccio destro Andrea Xaxa e chef Alberto Sanna.

_DSC5547

Con noi un affezionato e attento pubblico, solo posti in piedi nella sala principale dell’ex montegranatico ristrutturato, pubblico che ha anche assaggiato i piatti preparati dai 2 chef e ha provato a mettere le mani in pasta. Ma andiamo con ordine.

_DSC5726

 

Siamo nel Parteolla, una delle tante subregioni della Sardegna che mantengono quasi inalterate identità e cultura, soprattutto enogastronomica. In questa area, il Parteolla, ad esempio c’è una delle più alte concentrazioni di tutta l’Isola di cantine di eccellenza e il borgo di Donori ne è uno dei vessilli orgogliosi, con le sue 4 cantine, e poi… i suoi salumifici, la sua grande azienda di formaggi, la produttrice Daniela di mieli e confetture, i pescheti meravigliosi di Pes, lo spettacolare panificio e cosi via.

Siamo ad appena 30 minuti da Cagliari: percorrendo la ss 131 (la nostra route 66 in estate) si svolta a Monastir e di lì con lo sguardo è davvero tutta campagna, coltivata e curata. Da Donori vale la pena anche un giro sino a Dolianova, ad ammirare la medievale, misteriosa e suadente chiesa di San Pantaleo.

Tornando al Cooking show: Marina Ravarotto ci ha emozionato e rapito con i suoi Maccarrones de busa (o a ferrittu, quei bucatini fatti con il ferro da calza per intenderci) conditi con ricotta di pecora e carne di pecora (una delle più salutari d’Italia, sottolineo, dato che qui in Sardegna le pecore pascolano tutto l’anno all’aria aperta).

_DSC5598 (2)

Alberto Sanna ci ha stupito e conquistato con le sue Sfumature diVino in cui giocando con le consistenze e i sapori dell’uva, della sapa (mosto cotto) del vino, ha saputo ricavare dagli acini divini una spugna, un gelato, un crumble, una salsa…

_DSC5712 (2)

Il pubblico ha partecipato entusiasticamente sia alla degustazione improvvisata dei maccarrones, sia alla mini lezione su come si preparano, sia all’assaggio del gelato diVino. 2 ore sul piccolo palco, in cui abbiamo cercato di intrattenere, divertire e insegnare dolcemente qualcosa sulle produzioni locali e sul senso del gusto che si sta perdendo, in una evoluzione postmoderna che assomiglia troppo ad una involuzione. Correre ai ripari è un piacere ed un dovere!

_DSC5628

 

Attrus annus cun saludi!